Brexit e immobili, ecco cosa potrebbe accadere al mercato delle case di Mestre e Venezia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I primi mesi del 2016 hanno ben evidenziato alcuni importanti segnali di ripresa che, pur evidentemente migliorabili, sono oramai in grado di riguardare in maniera ampia il mercato delle prime e delle seconde case, degli immobili residenziali e degli immobili non residenziali. Ebbene, su tale confortante panorama di recupero dalla lunga recessione degli scorsi anni, si è affatto un evento parzialmente inatteso: la vittoria dei “leave” al referendum sulla Brexit dello scorso 23 giugno. Ma cosa accadrà ora al mercato immobiliare italiano e, in particolare, a quello dell’area di Mestre e di Venezia?

Cominciamo da un breve sguardo sul presente: il mercato immobiliare italiano cresce, e lo fa in misura graduale. Le statistiche dell’Agenzia delle Entrate evidenziano come le compravendite di abitazioni si siano sviluppate a un ritmo del 3,6% nel 2014, del 6,5% nel 2015 e del 20,6% nei primi tre mesi del 2016. Dunque, uno sviluppo costante, che si è imbattuto sulla Brexit in misura piuttosto drastica, ma che potrebbe esser comunque sfruttato come un’ulteriore di apprezzamento per il segmento delle prime e delle seconde case a Venezia e dintorni.

Riteniamo infatti che il mercato immobiliare italiano possa essere interessato solo parzialmente dalle conseguenze (negative o positive che siano) derivanti dalla Brexit, e che sul fronte finanziario non muti lo scenario di un mantenimento – ancora a lungo – di un contesto di bassi tassi di interesse di riferimento, a ulteriore stimolo del mercato dei mutui. Il discorso potrebbe mutare (in peggio) solamente nell’ipotesi in cui dovesse verificarsi un più grave shock finanziario internazionale, determinato magari dall’effetto-contagio tanto temuto dagli analisti. Si tratta tuttavia di un’ipotesi ancora minoritaria, con la quale è sicuramente prematuro fare i conti in un simile contesto.

Pertanto, per il momento l’investimento immobiliare in aree italiane di pregio e di valore come quelle di Venezia e di Mestre può ben rimanere un obiettivo di impiego privilegiato per gli acquirenti italiani ed esteri: una scelta di convenienza, da effettuarsi con il supporto di un consulente immobiliare qualificato che possa individuare insieme a voi la migliore scelta, per una valorizzazione dell’investimento di breve e di lungo periodo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy e Cookie

Seguici

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tagged with
Posted in
News

Planning Pool

Planning Pool è l’azienda leader nell’intermediazione immobiliare in provincia di Venezia. Si caratterizza per l’elevata competenza, la serietà e la riservatezza di tutti i suoi professionisti unita alla qualità di procedure collaudate nel corso di 25 anni e contenute nel suo manuale operativo.