Immobiliare Venezia: dal nuovo all’usato, la città è tra le più care d’Italia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il mercato immobiliare di Venezia continua il suo percorso di ripresa, divenendo la locomotiva di una regione che nel 2015 – sostengono gli ultimi dati forniti dall’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate – ha avuto il più elevato tasso di crescita delle compravendite, un progresso del 12,1% che ha permesso all’area regionale di ergersi al primo posto dinanzi a Toscana e Friuli Venezia Giulia (+ 10,8%), e Basilicata (+ 10,2%).

Forte di una domanda sempre particolarmente dinamica, di provenienza interna ed esterna ai confini urbani, alcune concomitanti ricerche parallele a quella dell’Agenzia delle Entrate segnalano come Venezia si conferma la città più cara della Penisola, con un prezzo che per il solo usato si aggira intorno ai 4.400 euro al metro quadro, oltre il doppio rispetto a quanto è stato registrato nella media italiana.

Se dal settore delle compravendite, sottolinea l’Immobiliare Planning Pool, ci si sposta a quello degli affitti, il leitmotiv non cambia: Venezia è ancora all’apice italiano per quanto concerne l’onerosità delle locazioni, con un prezzo per metro quadro pari a 15,4 per l’ufficio studi di Idealista, che colloca il capoluogo veneto al primo posto insieme a Milano e Firenze.

Per quanto infine concerne le prestazioni della zona di Mestre, spesso intermediata dalle offerte e dalle domande intercettate da Immobiliare Planning Pool, l’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (i cui dati, come ricordiamo, sono meri punti di riferimento da ponderare sulla condizione dell’effettivo immobile e della micro area in cui è situato), riferiscono che per la zona centrale le quotazioni di mercato siciliano tra i 1.500 e i 2.900 euro a metro quadro per le abitazioni civili e tra i 1.900 euro e i 2.900 euro per le abitazioni economiche, mentre i valori delle locazioni, per le abitazioni civili, oscillano tra i 6 e gli 11 euro per metro quadro.

Lievemente inferiori sono i valori nella zona semicentrale, con quotazioni di compravendita che per le abitazioni civili oscillano tra i 1.300 euro e i 2.200 euro, e che per le abitazioni di tipo economico variano tra i 1.800 euro e i 2.100 euro. I valori della locazione spaziano invece tra i 6 e i 9 euro al metro quadro, per mese di affitto.

Tengono infine anche i prezzi nella zona periferica. Sempre secondo l’Osservatorio Immobiliare, le compravendite si riferiscono a valori di mercato che per le abitazioni civili oscillano tra i 1.650 e i 2.000 euro, e per le abitazioni di tipo economico oscillano tra i 1.550 euro e i 1.900 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy e Cookie

Seguici

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •